Hai bisogno di info? Chiamami al 392-7073388

5 errori da evitare nelle tue Campagne Google AdWords

Le tue Campagne AdWords stentano a decollare? Hai la brutta sensazione di sprecare soldi e non recuperare le cifre che stai investendo?

Bhe allora è possibile che tu non stia gestendo al meglio il tuo account e in questo caso ti consiglio di continuare a leggere questo articolo nel quale ho raccolto i 5 errori che devi assolutamente evitare nel tuo account AdWords.

Questo articolo ti sarà molto utile per migliorare l’andamento delle tue campagne, per spendere di meno e, sopratutto, ti sarà molto utile per avere clienti paganti che acquistano il tuo prodotto.

Ora che sei pronto iniziamo ad analizzare quali sono i 5 errori da evitare nelle tue Campagne Google AdWords:

 

1) Non studiare a fondo il prodotto

Il primo compito, anzi dovere, è quello di studiare a fondo il prodotto che devi vendere, le sue caratteristiche e confrontarlo con quello offerto dai tuoi concorrente. Sopratutto se sei un Consulente Google AdWords

Nello specifico dovrai analizzare:

  • Il prodotto per capire quali sono i punti di forza. Credimi è il miglior modo per iniziare a scrivere annunci che generano ottimi CTR. Mettere in bella evidenza il punto di forza del prodotto è un ottimo inizio e se ancora non lo hai fatto provaci. Poi guarda dopo qualche giorno l’andamento dei click.
  • Il profilo del tuo potenziale cliente.  Cosa spinge una persona ad acquistare il tuo prodotto? Che aspettative ha? Che bisogno deve soddisfare? Negli annunci prova di inserire anche un tocco emozionale. Non solo caratteristiche tecniche del prodotto. Prova ad andare oltre. Con gli annunci espansi di AdWords introdotti da poco ora hai anche più caratteri da sfruttare nei tuoi annunci. Un bello regalo di Google, no?  😉
  • I servizi offerti dai tuoi competitor. C’è qualcosa che il tuo prodotto fa meglio dei tuoi competitor?  E’ probabile che il tuo potenziale cliente stia valutando più opzioni di acquisto visitando diversi siti anche quelli dei tuoi concorrenti. Il tuo compito allora è quello di analizzare i prodotti dei tuoi competitor e scrivere annunci (e landing page del tuo sito) in modo da far risaltare di più i vantaggi del tuo prodotto rispetto agli altri presenti sul mercato.

2) Parole chiave inserite alla rinfusa

Purtroppo si.  Lo vedo spesso negli account AdWords (ed un problema di scarsa comprensione di quello che sto per spiegarti succende anche in ambito SEO). Se anche tu ti sei fatto prendere la mano ed hai inserito molte keyword nel tuo account hai forse esagerato e sei uscito fuori tema. Tante parole chiave si discotano troppo dal tema centrale del tuo annuncio AdWords non fanno bene al Quality Score.  Se il tuo problema è questo conviene rivedere il tuo elenco di keyword.

“Le keyword devono attenersi ad un tema unico ed essere il più coerenti possibile con esso. Lo stesso tema deve essere trattato negli annunci e poi nella landing.”

Apri il tuo account e corri a controllare. E’ così come ti dicevo? Allora dai una bella sfoltita alle keyword. Se credi sia il caso spostale in un gruppo di annunci più appropriato (e fai lo stesso anche con gli annunci).

 

3 – Non utilizzare le corrispondenze

Molti utenti di AdWords che commettono l’errore di cui ti ho parlato nel punto precendente spesso non conoscono o sottovalutano l’utilizzo delle corrispondenze delle parole chiave. Molto spesso, infatti si affidano soltanto all’utilizzo della corrispondenza generica che se da un lato offre un livello di traffico più elveto dall’altro può portarti utenti poco qualificati che non sono realmente interessati al tuo prodotto.

La conseguenza è che prendi molti click, si alza quindi il costo delle campagne ma arrivano anche tanti utenti che  suono fuori target e non acquistano. La conseguenza è un alto costo della campagna, poche vendite e un costo per acquisizione del cliente insostenibile.

Usare bene invece tutti i tipi corrispondenza ti offre l’opportunità di razionalizzare la spesa su AdWords, attrarre un pubblico mirato interessato all’acquisto del tuo prodotto e migliorare il ROAS della campagna.

 

4 – Pagine di destizione incoerenti rispetto alle tue keyword

Ok sei arrivato ad un buon punto. Se hai apportato le modifiche che ti ho suggerito nei punti precedenti  hai già ottimizzato keyword e gruppi di annunci. Ora il mio suggerimento è quello di verifcare che la pagina di destinazione su cui arrivano gli utenti dopo che hanno cliccato sugli annunci sia quello che loro stessi si aspettano di trovare.

Un esempio pratico. Se un utente che cerca un tosaerba per tenere il suo giardino curato, si aspetta di arrivare dopo il click su un annuncio AdWords ad una sezione del tuo sito in cui ci sono i migliori tosaerba che puoi offrirgli. Quindi è di fondamentale importanza far trovare all’untente propio quello che sta cercando.

In alcuni account ho visto campagne sprecare budget proprio per questo errore. Gli arrivano su pagine sbagliate del sito perché chi ha progettato la campagna non ha studiato bene la corrispondenza tra keyword, annuncio e pagina di desitnazione. Il risultato in questi casi è che gli utenti si sentono smarriti e ancor peggio scappano dal sito e continuano la loro ricerca sui siti dei tuoi competitor.

 

5– Non attivare il monioraggio delle conversioni

Non attivare il monitoraggio delle conversioni è uno dei peggiori errori che tu possa fare.  Se è una cosa che ancora non hai fatto ti consiglio di provvedere immediatamente a installare il monitoraggio delle conversioni sul tuo sito. Altrimenti come fai ad gestire in modo professionale la tua campagna senza dati completi ed attendibili? Su cosa ti baseresti?

Purtroppo non ti bastano il costo per click, impression e CTR. Questa roba senza una metrica ben definita ti serve a poco e sopratutto può portarti fuori strada e ancora peggio ti far sprecare molot budget. E’ come guidare bendato. Tu lo faresti? 🙂

 

Conclusioni

Bene se sei arrivato a leggere fin qui e ti è hai trovato interessante l’articolo ti invito a scrivere la tua opinione nello spazio riservato ai commenti  qui sotto. Questo è articolo è il condensato di alcuni errori che nel mio lavoro di consulente ho trovato più spesso neglio account dei miei clienti appena presi in gestione e spero possano darti una mano a migliorare il rendimento delle tue campagne.

Andrea Libertone
Seguimi su:

Andrea Libertone

Consulente Web Marketing at Andrea Libertone
Mi chiamo Andrea Libertone e sono un Consulente di Web Marketing Specializzato in Google AdWords. Aiuto le aziende ad aumentare visibilità e vendite. Leggi i miei articoli per scoprire come migliorare il tuo business online.
Andrea Libertone
Seguimi su:

2 Comments

  1. ottimo lavoro Andrea, ben fatto! 😉

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*



© 2017 AndreaLibertone.com - Consulente Google AdWords - Tel. 392.7073388


Indirizzo: C.da Gaudo, 37 - 86011 Baranello (Campobasso) · P. IVA 01750270702

Privacy Policy